Coronavirus: 6 nuovi positivi nel Casertano, I COMUNI

La metà dei contagiati sono tornati dalle vacanze

Immagine di repertorio

Santa Maria Capua Vetere / Santa Maria a VicoDue nuovi positivi al covid nella città del foro, come comunicato dal sindaco Antonio Mirra:

L’Uopc dell’Asl ci ha comunicato la positività al tampone di due nostri concittadini. Occorre però una precisazione rispetto al secondo.

Uno è relativo ad un 68enne, asintomatico, di rientro dalla Grecia; l’uomo è in isolamento fiduciario dal suo rientro in Italia e l’ASL ha già ricostruito la rete di rapporti oltre ad aver effettuato il tampone, risultato negativo, alla moglie.

Rispetto al secondo caso, invece, si tratta di un cittadino ricoverato per altre patologie presso una struttura sanitaria; qui è stato sottoposto già ad un secondo tampone risultato però negativo. Di conseguenza sono in corso tutti gli ulteriori accertamenti da parte delle autorità sanitarie.”

Invece il vicesindaco di Santa Maria a Vico, Michele Nuzzo, comunica 4 nuovi positivi al coronavirus in città:

«Nel corso della settimana abbiamo registrato quattro casi, dei quali due da rientro comunicatici stamane, di positività al Covid 19: trattasi di tre uomini e una donna e che non destano alcuna preoccupazione giacché sono già state adottate, altre sono in corso, le misure di quarantena per i contagiati e e di isolamento fiduciario per i familiari che sono stati con loro a contatto; allo stato dunque le persone contagiate sono complessivamente 7, di cui 3 da cd. rientro, ma l’emergenza può ritenersi sotto controllo anche perché chi rientra dalle vacanze deve fare preventivamente il tampone prima di tornare a casa; tra l’altro i casi di contagio registrati a SMAV sono al di sotto della media di quelli oramai accertati nella provincia di Caserta ed in regione Campania.

Il monitoraggio è continuo, navighiamo a vista, siamo a circa 350 tamponi effettuati a Santa Maria a Vico.

Ribadisco con determinazione l’appello alla cittadinanza affinché osservi in maniera rigorosa le norme anticovid per limitare la diffusione del contagio. Cautela e prudenza impongono l’adozione di ogni misura precauzionale».