Coronavirus: 19 nuovi contagi nel Casertano, I COMUNI

Nelle prossime ore sarà pubblicato il bollettino ufficiale dell'Asl di Caserta

Immagine di repertorio

Caserta – Nelle ultime ore, purtroppo, aumentano i contagi di Coronavirus in tutta la provincia di Caserta.

Dopo i 10 casi positivi nel comune di Aversa, arrivato a quota 40, si registrano altri 9 casi nei comuni di Teverola, San Prisco, Sant’Arpino, Parete e Castel Volturno. Tutti i casi sono stati ufficializzati dalle rispettive amministrazioni comunali.

Teverola la comunicazione del sindaco Tommaso Barbato: “Ci è appena giunta la comunicazione di altri 4 casi positivi da Covid-19: tre persone appartenenti allo stesso nucleo familiare ed un quarto appartenente ad un ceppo già contagiato. Tutti già in isolamento da giorni. Totale 13. La situazione, come già annunciato qualche giorno fa, è assai critica e, come vi dissi, l’orizzonte non promette nulla di buono, considerato che sono in corso i rientri dalle vacanze“.

San Prisco: “Si desidera comunicare ai concittadini che da pochi minuti è arrivata da parte dell’ASL la comunicazione di un altro caso di positività al Covid-19.

Si tratta di una persona giovane tornata da una vacanza oltre i confini regionali che presentava una lieve sintomatologia. Al momento si trova in buone condizioni generali di salute presso la sua abitazione dove non ci sono altri familiari conviventi.
Si sta cercando di ricostruire la catena di contatti che ha avuto in questi ultimi giorni.
Siamo in attesa inoltre dell’esito dei tamponi dei familiari conviventi del caso di positività comunicato ieri.

Si ricorda l’obbligatorietà di comunicare con l’ASL per i rientri dalle vacanze all’estero, e si suggerisce laddove si è rientrati da una vacanza in posti sul territorio nazionale dove ci sono focolai di Covid-19, di stare in isolamento se c’è la presenza di una sintomatologia seppur lieve e di mettersi in contatto con il proprio medico di famiglia.
Si ribadisce l’obbligo di porre in essere tutte le precauzioni possibili, in primis il rispetto del distanziamento sociale e dell’uso della mascherina quando previsto e nei casi di assembramenti.

L’appello è rivolto soprattutto ai giovani che possono assolutamente fare tutto ma nel rispetto delle regole per tutelare se stessi e i propri cari”.

Sant’Arpino la comunicazione del sindaco Giuseppe dell’Aversana: “Non creiamo allarmismi inutili. Restiamo calmi e rispettiamo le ordinanze con le regole del distanziamento sociale. Questo secondo caso è un nostro concittadino che sta svolgendo delle cure mediche speciali ed ha fatto il tampone Covid in previsione di cure ospedaliere. L’ho chiamato a casa ed avvisato la famiglia ed il suo medico di base. E’ in quarantena e l’Asl estenderà le indagini a tutti i suoi contatti. Il primo caso positivo sta benissimo e gode di ottima salute chiuso in casa. Ripeto occorre massima allerta e precauzione, ma senza drammatizzare. L’importante è rispettare le regole del distanziamento, l’uso della mascherina e lavaggio frequente delle mani. Chiedo altresì ad ognuno senso di responsabilità e rispetto della privacy. Come si può capire dai dati nazionali e locali l’emergenza è tutt’altro che superata. La situazione è difficile ma non disperata, quasi tutti sono casi asintomatici e l’Asl sta facendo un ottimo lavoro con tantissimi tamponi. Anche per questo motivo sono aumentati i positivi. Facciamo attenzione, restiamo calmi e vigili. Non abbassiamo la guardia“.

Castel Volturno la comunicazione del sindaco Petrella: “Domenica 23 Agosto 2020 alle ore 21,00 circa mi è stato comunicato dalla struttura competente UOPC la presenza sul nostro territorio di due nuovi casi positivi al COVID 19. Due maschi di 45 e 25 anni entrambi residenti, nella stessa serata è stata allertata la struttura della protezione civile locale che si è portata sul posto, contattato il 118, verificate le condizioni di salute dei due positivi, non mostrando rilevanti sintomi evidenti, sono stati posti in quarantena domiciliare. Ad oggi in totale riscontriamo cinque casi positivi al COVID 19 sul terrirorio, due di essi ricoverati ed altri tre in quarantena domiciliare obbligatoria con assistenza da parte della struttura medica Covid dell’Asl e vigilati ed assistiti della Polizia Municipale e dalla Protezione Civile. Faccio appello al senso di responsabilità di tutti, ricordando che siamo ancora in una fase delicata, l’emergenza sanitaria rimane tale, tant’è che non ne siamo ancora del tutto usciti, così come si può constatare, il CORONAVIRUS continua a girare a riprova di nuovi contagi, ricoveri e decessi, non possiamo permetterci di essere superficiali, questo significherebbe rendere vani tutti i sacrifici fatti in questi mesi, con il rischio di dover bloccare tutto di nuovo. Ritengo utile e doveroso per la salvaguardia della salute di tutti richiamare l’attenzione ad utilizzare scrupolosamente tutte le misure di sicurezza così come indicate nelle rispettive ordinanze Governative e Regionali, l’uso obbligatorio della mascherine dalle ore 18,00 alle ore 06,00 e rispettare il distanziamento sociale interpersonale.”

Parete la comunicazione del sindaco Gino Pellegrino: “Cari cittadini,
Sono stati fatti tantissimi tamponi al rientro dalle vacanze. Purtroppo tra questi abbiamo un caso positivo. Una ragazza al rientro dalla Sardegna che l’altro ieri ha fatto il tampone al Cotugno. L’ho chiamata e sta bene. Intanto con la famiglia è stata messa in quarantena ed estenderemo le indagini a tutti i suoi contatti.
Massima allerta e precauzione, ma senza drammatizzare. L’importante è rispettare le regole del distanziamento, l’uso della mascherina e lavaggio frequente delle mani.
Chiedo a ognuno maggiore senso di responsabilità. Come si può capire dai dati nazionali e locali l’emergenza è tutt’altro che superata“.