Coronavirus nel Casertano. Aumentano i guariti e scendono i contagi

Per la prima volta i guariti dal covid-19 sono in numero maggiore rispetto ai contagi

Immagine di repertorio

Caserta – Sale a quota 10 di numero di casi di Coronavirus nel comune di Mondragone. Pochi minuti fa è giunta la notizia di un nuovo contagio.

Attualmente le persone positive al coronavirus sono sei, se si sottraggono le due persone decedute e le altre due che risultano guarite.

Nuovo contagio nel comune di Teano. Il quarto caso positivo al coronavirus è un paziente dello stesso nucleo familiare della donna contagiata, poi fortunatamente guarita. A dare questa indicazione è il sindaco della città Dino D’Andrea.

Una buona notizia arriva anche dalla città di Capua. Due dei 6 positivi al coronavirus sono risultati guariti.

“Dopo una settimana molto difficile, con un grave lutto che ha affranto tutta la nostra comunità, arriva finalmente una buona notizia” – dichiara il sindaco di San Prisco D’Angelo – “Abbiamo le prime 2 persone ufficialmente guarite dal coronavirus sul territorio di San Prisco, si tratta delle prime due persone risultate positive ad eccezione della prima persona deceduta e risultata positiva. Questo riduce a 4 le persone positive attualmente nel nostro territorio. Tutte e 4, inoltre, dovrebbero, a stretto giro, completare anch’esse l’iter per verificare l’effettiva guarigione. Si fa appello comunque al senso di responsabilità di tutti affinché si resti a casa e si rispettino rigorosamente le regole di distanziamento sociale.I prossimi giorni di festività pasquale non siano motivi di scusa per ritrovi familiari di gruppo, non è ancora il momento di allentare la guardia. Ora più che mai”.

Anche a Casapulla il sindaco Lillo ha ufficializzato il primo guarito:

“Nella giornata di oggi si è percepita realmente la sensazione che tutto potrà finire e finire bene. Infatti, abbiamo ricevuto la bellissima notizia delle dimissioni e del rientro a casa del paziente 1, che è completamente guarito. Altra bella notizia è quella dell’esito negativo di alcuni tamponi effettuati nei giorni scorsi. Rimaniamo in attesa della esecuzione di nuovi test”.

“Dunque, si cominciano a vedere i primi risultati dei sacrifici che stiamo facendo riducendo i contatti e rimanendo a casa. Al di là di tutto non dobbiamo pensare che tutto sta per finire. Non facciamoci sopraffare dalla voglia di uscire nella giornata di domani per le compere per le festività. Ricordiamoci che si può uscire una persona per famiglia e solo per andare a fare la spesa o per i motivi importanti. Oggi già si sono viste persone passeggiare e fare la corsetta; questo è l’atteggiamento più sbagliato che possiamo tenere. A Pasqua e Pasquetta dobbiamo assolutamente rimanere a casa per non buttare al vento i sacrifici fatti fino ad oggi Dobbiamo fare ancora qualche sacrificio oggi per la tranquillità del domani. Facciamo tutti la nostra parte, restiamo a casa e #andràtuttobene”.

Infine si registrano ben 11 tamponi negativi e 16 guariti nella città di Santa Maria Capua Vetere.