Coronavirus. “Caccia alle streghe” tra Lusciano e Casaluce

Cittadini alla caccia dei contatti avuti dal giovane di Cesa

Immagine di repertorio

Lusciano / Casaluce – Si sta rasentando la follia a causa della psicosi da Coronavirus tra i comuni di Lusciano e Casaluce.

Tutto è riconducibile al giovane di Cesa risultato positivo al test ed attualmente ricoverato al Cotugno di Napoli.

In base alle prime informazioni il ragazzo avrebbe avuto contatti con un altro giovane di Lusciano ed un residente del comune di Casaluce. Tanto è bastato per scatenare il panico tra gli abitanti, i quali, attraverso i canali facebook hanno dato inizio ad una vera e propria “caccia alle streghe“.

Lo scopo era quello di risalire ai contatti e divulgarli in rete, tutto questo violando palesemente il diritto alla Privacy, stabilito dagli articoli 2 e 3 della Costituzione che permettono di incorporare la riservatezza nei diritti inviolabili dell’uomo.

Sia il sindaco Nicola Esposito (Lusciano) che Antonio Tatone (Casaluce), sono intervenuti sull’argomento cercando di tranquillizzare i cittadini:

Buongiorno un solo cittadino di Lusciano ha avuto contatti con il contagiato di Cesa, sta a casa non ha sintomi è in contatto diretto con la responsabile del distretto 19 Dottoressa De Luca, con me, con i vigili urbani e con i carabinieri. Mantenete la calma stiamo monitorando la situazione con attenzione e scrupolosita’ seguendo le normative vigenti.Vi terrò aggiornati costantemente,evitiamo la pandemia evitate di fare il nome del ragazzo coinvolto,perché il ragazzo è a disposizione e sta collaborando.

“Non è assolutamente vero – dichiara Tatone – la persona di Casaluce che ha avuto contatti con quello di Cesa risultato positivo al Corona virus, al momento sta bene. Sono in corso ulteriori accertamenti”.

Inoltre, sempre il giovane di Cesa risultato positivo al Coronavirus, durante il fine settimana ha partecipato ad una serata in un noto locale di Aversa, Magazzini Fermi. Il titolare è intervenuto sulla questione dichiarando:

Come molti di voi avranno appreso nelle ultime ore, un cittadino di Cesa è risultato positivo al tampone fatto per il covid-19.

Questo ragazzo, il sabato 22 Febbraio è stato ai Magazzini Fermi e, a questo proposito, ci terremmo a tranquillizzare tutti voi e farvi sapere, oltre al fatto che il ragazzo in quell’occasione non presentasse alcun sintomo, che ogni volta, dopo gli eventi, ai Magazzini si attua sempre un’opera di sanificazione generale di tutti gli ambienti.

Dato l’accaduto, in accordo con il Comune di Aversa, domani provvederemo ad un’ulteriore intervento di igienizzazione a scopo precauzionale.

Invitiamo tutti voi a non preoccuparvi, di seguire i protocolli e le procedure disponibili sul sito dell’OMS e di utilizzare i numeri di emergenza 112/118 solo in caso di sintomi o se strettamente necessario. Ricordiamo inoltre che è possibile chiamare anche il numero di telefono “1500” che è stato attivato per rispondere alle domande dei cittadini sul nuovo Coronavirus 2019-nCoV.