Blitz tra Caserta e Napoli. Sequestrate 3 attività e denunciate 8 persone

In campo 31 equipaggi, per un totale di 77 unità

Immagine di repertorio

CASERTA / NAPOLI – Operazione di controllo straordinario interforze del territorio dei comuni di Acerra, Arzano, Aversa, Brusciano, Castello di Cisterna, Giugliano, Pozzuoli, Quarto e Napoli.

In campo 31 equipaggi, per un totale di 77 unita’ appartenenti al Raggruppamento “Campania” dell’Esercito Italiano, Polizia di Stato, Compagnia Carabinieri di Pozzuoli, Carabinieri Forestale, Gruppo Guardia di Finanza di Pozzuoli, Reparto Operativo Aeronavale della Guardia di Finanza di Napoli, Polizia metropolitana, Polizie locali dei comuni interessati, nonche’ personale dell’Arpac.

Sono state controllate 9 attivita’ commerciali e imprenditoriali per lo piu’ operanti nel settore dello stoccaggio di rifiuti ed un’area privata utilizzata come discarica. Tre i sequestri effettuati. Sono state controllate 39 persone (di cui 8 denunciate all’autorita’ giudiziaria, 10 sanzionate e 4 lavoratori irregolari) e 17 veicoli (di cui 3 sequestrati). Nel complesso sono state contestate sanzioni amministrative per oltre 220.000 euro. In particolare, a Quarto, e’ stato sequestrato un sito di stoccaggio abusivo di circa 5000 mq, dove sono stati rinvenuti rifiuti anche speciali e pericolosi (500 pneumatici, farmaci scaduti, alimenti in cattivo stato di conservazione, vestiti e materiale elettronico e elettrodomestici). Il titolare e’ stato sanzionato e denunciato per gestione illecita di rifiuti e scarico di sostanze pericolose nella fognatura.

Gli accertamenti effettuati hanno consentito di risalire ad un gommista di Giugliano in Campania che conferiva illegalmente gli pneumatici alla predetta discarica abusiva. Il titolare della rivendita di pneumatici e’ stato sanzionato e due dipendenti sono stati denunciati in quanto lavoravano irregolarmente. Sono in corso le indagini per risalire alla provenienza del materiale farmaceutico, in parte destinato (cosi’ come alcuni degli altri rifiuti rinvenuti) all’esportazione illecita verso paesi extracomunitari. (Nello stesso contesto e’ stato sequestrato un furgone pronto a sversare nella discarica oltre 10 mc di rifiuti speciali e due motocarri che trasportavano illecitamente rifiuti ferrosi; i conducenti sono stati sanzionati e deferiti all’Autorita’ Giudiziaria.

A Pozzuoli e a Giugliano in Campania, un’autofficina meccanica e un’attivita’ di vendita di pneumatici sono state sequestrate per scarico di sostanze pericolose nella pubblica fognatura e per gestione illecita di rifiuti. I proprietari sono stati denunciati per aver stoccato senza autorizzazione una gran quantita’ di rifiuti anche speciali e pericolosi (vernici, olio esausto, imballaggi residui di sostanze pericolose) e, relativamente alla prima azienda, anche per maltrattamento di animali appartenenti a specie protette, tenuti in precarie condizioni igienico sanitarie e in gabbie non idonee alla custodia.