Maxi blitz tra Caserta e Napoli. Controlli in 18 città. Sequestri e denunce

80 equipaggi, per un totale di 204 unità appartenenti al Raggruppamento «Campania» dell’Esercito Italiano, al Commissariato di Polizia di Stato e al Comando Compagnia Carabinieri

CASERTA / NAPOLI – Operazioni di controllo del territorio per combattere i roghi dei rifiuti tra Napoli e Caserta.

I comuni interessati sono quelli di Afragola, Acerra, Ercolano, Giugliano, Frattaminore, Mugnano, Nola, Torre del Greco, Napoli, Castello di Cisterna, Mondragone, Parete, Lusciano, Marcianise, Maddaloni, Camposano, Striano e Recale.

Per eseguire i controlli sono stati necessari 80 equipaggi, per un totale di 204 unità appartenenti al Raggruppamento «Campania» dell’Esercito Italiano, al Commissariato di Polizia di Stato e al Comando Compagnia Carabinieri di Torre del Greco, alla Compagnia della Guardia di Finanza di Torre del Greco, al Reparto Operativo Aeronavale della Guardia di Finanza di Napoli, alla Polizia Metropolitana di Napoli, alle Polizie locali dei Comuni interessati, ossia il personale dell’ARPAC.

Controllate diciannove attività imprenditoriali e commerciali, quali operanti nel settore dello smaltimento dei rifiuti.

Ottantuno persone sono state controllate – 20 sono state denunciate all’autorità giudiziaria, 19 sanzionate e 3 lavoratori irregolari – e sono stati ispezionati 51 veicoli, e tra questi sei sono stati sequestrati. Nel complesso sono state contestate sanzioni amministrative per oltre 32.000 euro.