Coniugi torturati e rapinati in casa. Arrestato a Caserta il quarto uomo in fuga. Sono tutti rumeni

Hanno torturato senza scrupoli marito e moglie, soprannominati le "belve di Lanciano"

CASERTA – Il quarto componente della banda che ha aggredito nella loro villa a Lanciano, in provincia di Chieti, i coniugi Martelli, è stato arrestato a Caserta.

Era in fuga ma è stato fermato dagli uomini dello Sco e della squadra mobile. Sarebbe stato tradito dal fatto che avrebbe tentato di vendere uno degli orologi che aveva rubato nella villa dei coniugi Martelli.

La banda di malviventi senza scrupoli sono tutti rumeni, due fratelli Costantin Aurel Turlica, 22 anni e Ion Cosmin Turlica, 20, e il loro cugino Aurel Ruset, 25 anni, mentre il quarto è Alexandru Bogdan Colteanu, 26enne romeno come il resto della gang, già ricercato in passato per scontare la condanna di un reato commesso quando era minorenne.

La banda di romeni era già nel mirino dei carabinieri a seguito di sei furti con spaccata commessi sul territorio nelle ultime tre settimane a bar, tabacchi e benzinai dove avevano rubato numerosi tagliandi di gratta e vinci, stecche di sigarette e contanti.