Estorsioni ai commercianti. 3 condanne nel clan Muzzoni di Sessa Aurunca

Secondo la Dda di Napoli i 4 avrebbero chiesto il pizzo, dai 100 ai 500 euro, come contributo per i carcerati

Immagine di repertorio

Sessa Aurunca – La corte di appello di Napoli ha riformulato le sentenze a carico degli eredi del clan dei Muzzoni, operativo a Sessa Aurunca.

La IV sezione della corte di Napoli ha condannato Orlando Lettieri, 40 anni, a 8 anni e 8 mesi, Alberto Andreoli, 54 anni, a 6 anni, Elio Masi, 66 anni, a 2 anni e 4 mesi,. Assolto Pietro Mancini, 31 anni.

In primo grado Andreoli era stato condannato a 8 anni, Lettieri a 10 anni, Masi a 4 anni, Mancini a 3 anni.

Erano accusati a vario titolo di estorsione ai danni dei commercianti e armi, reati aggravati dal metodo mafioso.

Secondo la Dda di Napoli i 4 avrebbero chiesto il pizzo, dai 100 ai 500 euro, come contributo per i carcerati.