Camorra e droga. Chiesti 180 anni di carcere per 19 imputati

Chieste le condanne di secondo grado nel maxi processo di camorra e droga sul litorale Casertano

Immagine di repertorio

Mondragone / Castel Volturno – Chieste, durante il processo d’Appello di Napoli, 19 condanne (12 conferme e 7 riduzioni di pena) per altrettanti imputati nel procedimento giudiziario per camorra e droga nei comuni di Mondragone e Castel Volturno.

Il procuratore generale ha chiesto la conferma della sentenza, pronunciata dal gup Mancini del tribunale di Napoli, per 12 imputati:

Antonio Cerbone (20 anni), Carmine Cortese (9 anni e 2 mesi), Fabio Cicatiello (7 anni e 10 mesi); Francesco Arlotta (9 anni e 4 mesi); Sergio Pagliuca (10 anni); Francesco Junior Romano (10 anni e 4 mesi); Donato Pagliuca (8 anni); Vincenzo De Crescenzo (20 anni); Salvatore Di Finizio (9 anni); Laura Longobardi (4 anni e 10 mesi); Agostino De Lucia (4 anni e 10 mesi) Antonio De Lucia (8 anni).

Invece ha riformulato, con uno sconto di 4 mesi,  le sentenze di primo grado per altri sette imputati:

Davide Cascarino (9 anni); Roberto Cortese (9 anni e 2 mesi); Antonio Grasso (8 anni e 10 mesi); Angelo Razza (7 anni e 6 mesi); Donato Rivetti (7 anni e 6 mesi); Salvatore Sabatino (7 anni e 6 mesi); Guglielmo Russo (4 anni e 10 mesi). A metà novembre verranno ascoltati in aula gli avvocati difensori Ignazio Maiorano, Angelo Raucci, Gaetano Laiso, Luigi Mordacchini, Ferdinando Letizia, Camillo Irace, Giovanni Zannini, Ceraldi e Iannettone.