Estorsione, arriva la pesante condanna per il boss Zagaria

Confermata la sentenza dalla Corte di Cassazione

CASAPESENNA – Giunge la condanna da parte della Corte di Cassazione nei confronti del Michele Zagaria e Massimo Di Caterino.

Quest’ultimo rispondeva solo di associazione a delinquere di stampo mafioso.

Sono accusati di estorsione ai danni di una società del modenese, la Pica Costruzioni, i cui proprietari denunciarono tutto alle autorità.

Il giudice Domenico Carcano, presidente della prima sezione della Corte di Cassazione, ha confermato la condanna a 24 anni di carcere per il boss e 11 anni di reclusione per Di Caterino.