Concetta morta a causa della caduta. L’autopsia conferma la dinamica

Rimane da chiarire se si sia trattato di una caduta accidentale

FALCIANO DEL MASSICO – Sarebbe deceduta per la ferita alla testa che si e’ procurata durante una caduta sull’asfalto ghiacciato.

E’ questa la casusa della morte della 63enne Concetta Salomone, il cui corpo senza vita e’ stato rinvenuto nella notte tra il 27 e il 28 dicembre a Falciano del Massico, in un vialetto a poca distanza dalla propria abitazione.

L’autopsia, effettuata nella giornata di lunedi’ 31 dicembre, ha confermato questa ipotesi avanzata dal medico legale in seguito all’esame esterno sul corpo.

La caduta ha provocato una lesione interna al cervello; lesione compatibile tanto con una caduta che con un colpo inferto con un bastone.

I carabinieri della Compagnia di Mondragone e la Procura di Santa Maria Capua Vetere che coordinano le indagini, ipotizzano che la 63enne possa aver sorpreso un ladro nel piccolo deposito per la legna adiacente all’abitazione, e possa poi essere stata spinta tanto da cadere e battere violentemente la testa a terra.

Per ora non si registrano ne’ sospettati ne’ indagati.