Il comune di Trentola rischia lo scioglimento. Il Tar annulla la riunione del 3 agosto

C'è la concreta possibilità che il consiglio comunale venga sciolto per mancata approvazione del bilancio

TRENTOLA DUCENTA – Il Tar della Campania ha accolto il ricorso dalla consigliera Agnese Maria Cangiano, rappresentata dall’avvocato Renato Labriola, annullando tutti gli atti approvati durante il consiglio comunale di Trentola Ducenta in data 3 agosto.

L’aspetto più interessante è che all’ordine del giorno c’erano anche la variazione di assestamento generale relativa al Bilancio 2018 e la Salvaguardia degli equilibri di bilancio esercizio finanziario 2018.

Questi due atti se non approvati in tempo utile portano allo scioglimento del consiglio comunale con consecutivo commissariamento fino a nuove elezioni.

Ora, accogliendo il ricorso della consigliera tali atti non sono più validi. La parola ultima spetta solo al Prefetto di Caserta Raffaele Ruberto, il quale potrà stabilire o meno se il  sindaco Andrea Sagliocco abbia ancora abbastanza tempo per riportarle in consiglio comunale.

L’oggetto del ricorso riguardava un’errata notifica alla consigliera dell’ordine del giorno.