Cesa. Imprenditrice accusata di truffa e ricettazione. Assolta

Ha tentato di incassare assegni non intestati a lei

Cesa – La sentenza emessa dal Giudice Monocratico di Napoli Nord Farina, a seguito del dibattimento.

La donna, F. E., 54 anni originaria del napoletano ma residente a Cesa, era stata accusata di aver posto all’incasso assegni non intestati alla stessa.

Al momento del deposito all’incasso di due titoli di credito, la banca aveva riscontrato delle anomalie ed aveva provveduto a bloccare l’operazione.

Nel corso delle indagini sono stati espletati accertamenti tesi a verificare la correttezza della operazione.

A seguito del dibattimento, la donna, difesa dall’avvocato Enzo Guida, è stata assolta sia dal reato di ricettazione sia di truffa. Il Pubblico Ministero aveva chiesto una condanna a 3 anni di reclusione.