Villetta trasformata in piazza di spaccio. Blitz della Polizia sul litorale

Nel corso della perquisizione domiciliare veniva rivenuto materiale da taglio e per il confezionamento, e la somma di 4.005,00 Euro

Immagine di repertorio

Castel Volturno – Nel pomeriggio di ieri 12 giugno 2020 la Polizia di Stato del Commissariato di Castel Volturno, ha tratto in arresto O.A. di 38 anni, pregiudicato cittadino nigeriano ma residente a Castel Volturno, per detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti.

Gli agenti operanti, in servizio presso la Squadra Investigativa del Commissariato da tempo stavano monitorando una villetta ubicata nei pressi del centro commerciale Jolì ove era stato segnalato un sospetto andirivieni di persone, perlopiù di razza caucasica, che si intratteneva all’interno solo per poi minuti, tipico di un’attività di spaccio in atto.

L’attività di osservazione eseguita dagli agenti operanti, confermava quanto segnalato; infatti appena appostati gli agenti notavano l’arrivo di un giovane di razza bianca che dopo aver suonato al citofono veniva ricevuto da un uomo di colore che gli consentiva l’accesso; in considerazione del fatto che l’abitazione era cinturata da mura piuttosto alte tali da non permettere l’intrusione, gli agenti decidevano di attendere l’uscita del giovane per sfruttare l’effetto sorpresa; infatti appena veniva aperto il cancello pedonale gli agenti facevano irruzione all’interno dall’abitazione; l’acquirente si disfaceva di una pallina in cellophane mentre il cittadino extracomunitario di colore tentava la fuga rifugiandosi all’interno di un garage cercando anche di occultare due flaconi che venivano immediatamente recuperati e che contenevano circa 22 grammi tra cocaina, eroina e marijuana.

Nel corso della perquisizione domiciliare veniva rivenuto materiale da taglio e per il confezionamento, e la somma di 4.005,00 Euro, debitamente sequestrata in quanto ritenuta sicuro provento dell’attività di spaccio.

Il giovane proveniente dal territorio putoelano ammetteva di fare uso di sostanze stupefacenti che acquistava da tempo dall’ extracomunitario che veniva tratto in arresto e sottoposto, su disposizione del PM presso la Procura della Repubblica di Santa Maria C.Vetere, agli arresti domiciliari a causa dell’emergenza Covid 19.