Castel Volturno. Crolla parte del Castello. Bagnara distrutta dalla mareggiata. FOTO

Forti allagamenti sono segnalati anche nelle localita’ di Destra Volturno e Bagnara, dove le piogge o il mare grosso creano sempre danni a cause di sistemi fognari inadeguati

Castel Volturno – Il comune castellano è sicuramente uno dei più colpiti da questa ondata di maltempo che si è abbattuta su tutta la provincia di Caserta.

Si segnalano allagamenti in gran parte del territorio cittadino, con strade diventate dei veri e propri fiumi in piena.

E’ di pochi minuti fa la notizia del crollo di parte del Castello in via Fiume, come si può notare dalle foto che alleghiamo all’articolo. In realtà, il sito storico, non è niente altro che un rudere, abbandonato da decenni. Sotto la furia del maltempo, è crollata una parte delle mura.

A preoccupare anche la situazione dei Regi Lagni. Il sindaco Luigi Petrella, nominato dalla Procura di Santa Maria Capua Vetere custode dell’impianto, e’ andato sul posto per verificare la situazione. “I tecnici della Sma – spiega all’ANSA – stanno facendo il possibile per tenere sotto controllo il livello delle acque, che e’ molto alto”. Forti allagamenti sono segnalati anche nelle localita’ di Destra Volturno e Bagnara, dove le piogge o il mare grosso creano sempre danni a cause di sistemi fognari inadeguati e di un’inarrestabile erosione della costa, con l’acqua che arriva facilmente ai primi piani delle case.

“Da tre giorni – afferma ancora Petrella – stiamo lavorando con le motopompe della protezione civile per ridurre i disagi alla popolazione, ma il maltempo non ci da’ tregua. Abbiamo pero’ pronti sette milioni di euro di fondi regionali per risistemare le fogne sia a Bagnara che a Destra Volturno”.

Ingenti danni anche in località Bagnara di Castelvolturno, sempre a causa del maltempo che sta imperversando- Le forti mareggiate stanno letteralmente distruggendo parte dell’arenile provocando la scomparsa di lunghi tratti di spiaggia, danneggiando anche diversi stabilimenti balneari.

Danneggiata in più punti anche la passeggiata, il camminamento in sabbia che collega l’intero arenile da un capo all’altro.