Spaccio a Castel Volturno. Arrestato 32enne. Due poliziotti al pronto soccorso

Al termine dei controlli veniva condotto presso la Casa Circondariale di Santa Maria Capua Vetere

Castel Volturno – Il personale del Commissariato P.S. di Castel Volturno diretto dal V.Questore Dr Luigi Graziano nella serata di ieri ha tratto in arresto il cittadino nigeriano ARIARE Philip di anni 32 in quanto responsabile di detenzione e spaccio di stupefacenti.

Nell’ambito di predisposti servizi di controllo del territorio e di attività info-investigativi finalizzati al contrasto dello spaccio di sostanze stupefacenti, personale del Commissariato apprendeva, da fonte certa, che un cittadino di colore, indossante una felpa di colore rosso come segno di riconoscimento per i numerosi assuntori, era dedito all’attività di spaccio lungo questa statale domitiana e precisamente nei pressi della farmacia comunale.

Nel corso di un servizio di osservazione, eseguito dal personale del Commissariato, in abiti civili e con auto civetta, si riusciva a individuare l’uomo proprio grazie alla felpa di colore rosso che indossava come segno distintivo, mentre cedeva ad un ragazzo una dose in cambio di venti euro; immediatamente veniva bloccato dagli agenti operanti con cui ingaggiava però una colluttazione tanto che per questi ultimi si è reso necessario il ricorso alle cure mediche da parte del personale sanitario della clinica Pineta Grande che riscontravano per entrambi lesioni guaribili in 5 giorni.

Con non poche difficoltà e anche grazie all’intervento del personale dell’Ufficio Volanti accorso in ausilio, l’uomo veniva bloccato e condotto presso gli Uffici del Commissariato; sottoposto a rilievi foto-dattiloscopici veniva rilevata la sua identità e si aveva modo di accertare che era da tempo latitante in quanto a suo carico era stato emessa, da parte del Tribunale di Santa Maria Capua Vetere, la misura cautelare degli arresti domiciliari perché responsabile di spaccio di stupefacenti.

Al termine dei controlli veniva condotto presso la Casa Circondariale di Santa Maria Capua Vetere in attesa di essere giudicato per l’ennesimo episodio di spaccio di stupefacenti.