Arrestate 8 persone per droga. Coinvolto anche avvocato

Nel corso delle indagini i carabinieri hanno ricostruito più di 200 episodi di spaccio e sequestrato oltre mezzo chilo di cocaina e molte dosi di marijuana

Immagine di repertorio

Castel VolturnoOtto persone arrestate, una delle quali in carcere, in esecuzione di misure cautelari disposte dal gip del Tribunale di Livorno su richiesta della locale Procura: è il bilancio di un’operazione dei carabinieri condotta stamani contro lo spaccio di droga allisola d’Elba, in provincia di Livorno.

Tra gli indagati figura anche un avvocato del foro di Roma, con studio a Livorno, e un suo collaboratore, originario dell’Albania.

Nel corso delle indagini i carabinieri hanno ricostruito più di 200 episodi di spaccio sull’isola e sequestrato oltre mezzo chilo di cocaina e molte dosi di marijuana.

Le misure cautelari sono state eseguite dai carabinieri di Portoferraio coadiuvati dai militari dell’Arma di Livorno, Pisa, Terrasini, Pinetamare-Castel Volturno, nel Casertano.

L’operazione, denominata ‘delfino algerino’ ha portato i carabinieri di Portoferraio, coordinati dalla procura della Repubblica di Livorno, a smantellare una fitta rete di spaccio che approvvigionava di droga l’isola.

Tra le 8 persone arrestate stamani, un avvocato del Foro di Roma con studio a Livorno, Francesco Mancini, 46enne, finito ai domiciliari, mentre un suo collaboratore di origine albanese Aurel Zhupa, 43enne, dopo l’arresto e’ stato trasferito in carcere.

Finiti ai domiciliari due fratelli, Marco e Andrea Coppola, di 42 e 32 anni, Emanuele Maniaci, 27 anni, rintracciato a Terrasini, Issam Belemaalem, 37, Mohamed Oueslati, 33 e Benyoucef Bouabdallah, 46 anni, individuato invece a Castel Volturno.

Impiegati anche i cani antidroga del nucleo cinofili di Firenze.