Casoria. Arrestati marito e moglie. Truffa e pistola illegale. I NOMI

L'uomo è finito in carcere mentre la donna agli arresti domiciliari

Casoria – I carabinieri sono intervenuti nell’ufficio postale di via Cavour poiché la direttrice aveva segnalato loro una donna che, con documenti di identità presumibilmente contraffatti e una “carta libretto”, stava cercando di prelevare 3.600 euro da un conto di una 72enne.

Davanti ai carabinieri la donna si è vista costretta a dare le sue vere generalità (è Maria D’Alma, 61enne di san Pietro a Patierno) quindi è emerso che il documento era di un’altra signora e anche la carta era associata al libretto dell’ignara anziana: la malfattrice aveva provato a sostituirsi alla reale titolare dei documenti attaccando la sua foto sulla carta d’identità della vittima.

Leggi:  Falsi diplomi. Scoperti 10 insegnanti di sostegno. Si allarga l'indagine della Magistratura

Dopo aver bloccato la donna i carabinieri hanno perquisito la sua abitazione. Ebbene lì, in un armadio della camera da letto, hanno trovato un revolver con matricola abrasa e 11 cartucce nel caricatore, nella disponibilità del marito, sottoposto alla detenzione domiciliare.

L’uomo, Marcello Milano, 68enne, è stato arrestato per detenzione illegale di arma da fuoco e tradotto in carcere. La donna invece è stata arrestata per possesso di documenti falsi, sostituzione di persona e tentata truffa quindi tradotta ai domiciliari in attesa di giudizio direttissimo. Arma e documenti sono stati sottoposti a sequestro.

Leggi:  CAMPANIA. Documenti falsi per risparmiare sull'assicurazione. 36 indagati