Casertani a Barcellona. La testimonianza di un giovane di Melito “E’ stato terribile”

CASERTA – Iniziano ad arrivare informazioni sui casertani in vacanza a Barcellona e fortunatamente nessuno è rimasto coinvolto nell’attentato di oggi.

I primi a confermare di stare tutti bene sono un gruppo di pellegrini di Succivo, circa 35 persone che si trovano a Barcellona, guidati dal loro parroco don Crescenzo Abbate.

Attraverso il gruppo facebook Open Succivo si apprende da Eduardo Costanzo che tutto il gruppo sta bene e attende di ritornare in albergo.

Anche alcuni turisti aversani fanno sapere di stare bene e che al momento dell’attentato si trovano in zone diverse dalla tragedia o comunque ad una distanza di sicurezza.

Intanto ci giunge la testimonianza di un giovane di Melito, Orazio, che si trova a Barcellona per lavoro, il quale ci ha fatto sapere di stare bene:

“E’ stato terribile, io lavoro poco distante dalla Rambla e sentivamo le sirene della polizia e la gente fuggire. I poliziotti ci hanno detto di chiuderci dentro, solo poco fa sono riuscito a tornare a casa”.