Tenta il suicidio con una pistola. Muore 20 giorni dopo

In corso gli accertamenti da parte dei carabinieri per ricostruire la tragedia

Caserta – Non ce l’ha fatta l’uomo di un centro della Valle Telesina che il 22 luglio scorso aveva tentato il suicidio sparandosi al capo con una pistola abbattibuoi, uno strumento utilizzato per sopprimere i bovini.

Era ricoverato nel reparto di neurorianimazione dell’ospedale di Caserta dove si trovava in coma da quel tragico giorno.

Purtroppo è sopraggiunto il decesso. Quella tragica sera venne ritrovato intorno alla mezzanotte privo di sensi all’interno della sua abitazione.

Accanto al corpo la pistola che utilizzava per la macellazione dei suini o di altri animali.

Immediato l’intervento del 118 che aveva trasferito l’uomo a Caserta in condizioni disperate.