Caserta. Scandalo all’ospedale. Confermati tutti gli arresti. I NOMI

La decisione del giudice sulle richieste di scarcerazione

Caserta – Il tribunale del Riesame ha respinto tutte le istanze di scarcerazione presentate dagli avvocati difensori.

Questo l’esito delle udienze presso la sezione presieduta da Francesco Pellecchia il quale ha deciso che Angelo Costanzo, ex primario del reparto Patologia Clinica dell’ospedale di Caserta e sua moglie Vincenza Scotti, sorella del boss Pasquale Scotti, debbano restare ai domiciliari.

Resta in carcere anche Angelina Grillo, il tecnico di laboratorio di Marcianise, unica persona finita reclusa nella casa circondariale.

Dunque, regge l’impianto accusatorio della procura di Santa Maria Capua Vetere, guidato da Maria Antonietta Troncone.