CASERTA. SCAMBIARONO UN TUMORE PER UNA FRATTURA. Rinviati a giudizio i medici

CASERTA – I fatti risalgono al 2013 quando a Domenico Natale, 21enne di Caserta residente a Centurano, venne diagnosticata una frattura al ginocchio, ma in realtà era un tumore osseo.

Venne sottoposto a un intervento chirurgico al ginocchio, ma non fu mai sotto posto all’unico esame diagnostico che avrebbe fatto saltare fuori il tumore alle ossa. Il 21enne morì il 30 ottobre del 2014.

Ora arriva la decisione del giudice, sono stati rinviati a giudizio per omicidio colposo i medici della struttura privata di Roma, l’ortopedico e il radiologo di Roma, i responsabili che scambiarono la diagnosi di un tumore alle ossa per una semplice frattura con ematoma interno alla gamba.