Da Caserta a Roma per aprire un bar, ma i carabinieri glielo chiudono

Immagine di repertorio

CASERTA – Un casertano, 53enne, apre bar sull’Aurelia a Ladipospoli ma i carabinieri gli chiudono l’attività.

Infatti è ritenuto un luogo d’incontro e di ritrovo di spacciatori e personaggi con precedenti penali, così i Carabinieri della Stazione Roma Madonna del Riposo hanno richiesto e ottenuto un provvedimento, a firma del Questore di Roma, che dispone la sospensione della licenza del bar sulla circonvallazione Aurelia, per 15 giorni, con conseguente chiusura, ai sensi dell’art. 100 del Testo Unico sulle Leggi di Pubblica Sicurezza.

I militari hanno notificato il provvedimento al titolare, un 53enne originario della provincia di Caserta e residente a Ladispoli, apponendo i sigilli alla serranda abbassata del bar.