Patenti facili a Caserta. Nelle intercettazioni si parla di un giocatore di Serie A

Il personaggio in questione è risultato estraneo ai fatti, forse utilizzavano il nome solo per vantarsi

Marcianise – In alcuni passaggi delle conversazioni intercettate nell’inchiesta sulle patenti facili, salta fuori anche un personaggio molto importante.

Infatti, gli indagati, tra i quali l’ex vicesindaco di Capodrise Silvestro Ferraro, titolare di un’autoscuola a Marcianise, si vantavano di un’amicizia importante nel mondo del calcio italiano.

Nella conversazione in esame, due indagati, ignari di essere ascoltati, parlano di un giocatore della Juventus, bianconero all’epoca dei fatti, che si sarebbe rivolto all’organizzazione per passare l’esame della patente.

Un rapporto probabilmente millantato poiché nelle indagini non è emersa alcuna responsabilità da parte del giocatore che infatti risulta estraneo all’inchiesta, considerando che non si è mai recato alla motorizzazione civile per prendere la patente (che non ha mai conseguito).

Resta ancora ignoto il nome del calciatore e il perché di tale riferimento da parte dei membri della gang.