Caserta. Industria dei matrimoni in ginocchio, settore da 1,5 miliardi

Conta circa 12 mila attività coinvolte con un fatturato annuo di oltre 1,5 miliardi

Immagine di repertorio

Caserta – «L’industria dei matrimoni, quella delle cerimonie sono in ginocchio. Governo e Regione hanno fatto poco o nulla. Sono saltati tutti gli appuntamenti del 2020 e le difficoltà sono già evidenti».

A denunciarlo il consigliere regionale e vicecoordinatore regionale di Forza Italia Massimo Grimaldi.

“La sola Campania, secondo i dati trasmessi, conta circa 12 mila attività coinvolte con un fatturato annuo di oltre 1,5 miliardi” – ha sottolineato Grimaldi.

“Sono in crisi i proprietari ed i gestori di ville. Con tutto l’indotto, dal catering ai fotografi, dagli atelier all’oggettistica fino ad arrivare ai fiorai. Il Presidente della Giunta non li può ignorare e deve convocarli per immaginare e costruire soluzioni immediate. Serve interviene per stoppare le tasse a questo comparto, Irap ed IRPEF, va allargata la cassa integrazione in deroga e bisogna immettere liquidità nel sistema. La strada dei finanziamenti a fondo perduto va resa possibile”.