Caserta. Farmaci antitumorali creati direttamente in ospedale

Un importante vantaggio per i pazienti che si sottopongono a questo tipo di terapia

Immagine di repertorio

CASERTA – L’ospedale di Caserta avrà un laboratorio Umaca, cioè un laboratorio dedicato alla preparazione dei farmaci antiblastici, quelli necessari per la chemioterapia.

Fino ad oggi, «i farmaci utilizzati per la chemioterapia venivano importati dal Cardarelli», spiega il direttore generale dell’azienda ospedaliera Sant’Anna e San Sebastiano Mario Ferrante.

L’importazione, seppure a breve distanza, di questo tipo di farmaci comporta un disagio per i pazienti oncologici, cioè quello di aspettare non solo che tali farmaci arrivino a destinazione, ma che, una volta arrivati, vengano portati alla temperatura adatta alla somministrazione.

Un processo, quello di raffreddamento o riscaldamento a seconda del medicinale, che richiede anche alcune ore.

«Realizzare un laboratorio Umaca all’interno dell’azienda è una soluzione all’attesa di tanti pazienti oncologici. Inoltre, con l’Umaca l’ospedale diventa completamente autonomo nella gestione terapeutica del paziente oncologico», spiega ancora il direttore Ferrante.