Controlli e posti di blocco sulle principali strade del Casertano

I presidi di controllo hanno portato al sanzionamento di alcuni spostamenti irregolari e rappresentano uno strumento fondamentale per contrastare il contagio

Immagine di repertorio

Caserta – Prosegue in Campania il lavoro del personale Anas a supporto della Polizia Stradale nei presidi per il controllo del rispetto delle limitazioni imposte dal Dpcm relativamente al contenimento del contagio da coronavirus.

Anas in Campania gestisce circa 1350 km di rete stradale, tra statali e raccordi autostradali e si è quindi rivelato strategico il lavoro compiuto sin qui, in sinergia con le forze dell’ordine.

Le attività proseguono da circa un mese e riguardano, nel dettaglio, la disciplina della circolazione, i filtraggi e la gestione della viabilità nei punti strategici delle principali statali tra le quali la 372 “Telesina”, tra le province di Benevento e Caserta e le strade statali 7 Quater “Domitiana” e Ss 7bis “di Terra di Lavoro”, in provincia di Napoli.

I presidi di controllo hanno portato al sanzionamento di alcuni spostamenti irregolari e rappresentano uno strumento fondamentale nella lotta a quei comportamenti illegali di singoli individui irrispettosi che, vista l’emergenza sanitaria in corso, rischiano di mettere in pericolo l’intera collettività.