Camorra e spaccio Caserta, si costituisce l’ultimo ricercato

Il 35enne secondo quanto emerso nell’indagine, sarebbe uno dei pusher che avrebbe acquistato droga dal gruppo guidato da Maravita

Caserta – Durante la serata di ieri, Paolo Cinotti, 35 anni di Caserta, si è consegnato spontaneamente all’autorità giudiziaria.

L’uomo è accusato di spaccio di droga e destinatario della misura degli arresti domiciliari nell’inchiesta che ha coinvolto tra gli altri Michele Maravita e Concetta Buonocore.

Si è presentato la sera del 15 giugno alla caserma dei carabinieri. Lavora all’estero ed è rientrato in Italia per farsi consegnare il provvedimento.

Il 35enne secondo quanto emerso nell’indagine, sarebbe uno dei pusher che avrebbe acquistato droga dal gruppo guidato da Maravita. Si tratta di colui il quale fu aggredito nel garage del rione Falcone dal citato Maravita e dai suoi complici.