CASERTA. 60 persone denunciate per abusivismo. Oltre 20 comuni sotto controllo

Immagine di repertorio

CASERTA – I carabinieri del Comando Provinciale di Isernia hanno denunciato 60 persone per abusivismo edilizio e disposto la sospensione dei lavori per 18 strutture abusive e 22 cantieri irregolari.

Si tratta di piscine, garage e depositi costruiti senza alcuna autorizzazioni, in zone a rischio sismico e sottoposte a vincolo paesaggistico. L’operazione dei carabinieri si è svolta in ben 20 comuni: Caserta, Forli del Sannio, Frosolone, Rionero Sannitico, Macchia D’Isernia, Venafro, San Pietro Avellana, Santa Maria del Molise, Pettoranello del Molise, Agnone, Monteroduni, Sant’Agapito, Civitanova del Sannio, Cantalupo nel Sannio, Conca Casale, Sesto Campano, Montaquila, Colli al Volturno, Filignano e Pozzilli.

Nei 22 cantieri edili sono state riscontrate numerose irregolarità inerenti la mancata sicurezza sui luoghi di lavoro. Le persone denunciate sono delle province di Isernia, Campobasso, Napoli, Caserta e Benevento.