Caserta. 12 morti in 3 giorni. Intera provincia sotto choc

Decessi dovuti per malori, incidenti stradali e circostanze drammatiche

Caserta – Sembra quasi un vero e proprio bilancio di guerra. Ben 12 persone decedute nella provincia di Caserta in soli 3 giorni.

Partendo dalla notte tra venerdi e sabato, rispettivamente 6 e 7 settembre, con la morte del 16enne Vincenzo di Martino investito ed ucciso da un pirata della strada.

La sera del 7 settembre a Vitulazio, Antonio Cioppa di 62 anni, stroncato da un malore improvviso all’interno di un bar.

Antonio Fabio Sibiano originario di Macerata Campania è stato trovato senza vita nella sua stanza nella sera del 7 settembre.

L’avvocato Raffaele Mezzacapo di Santa Maria Capua Vetere, portato via da un terribile male.

Maria Verlezza 31enne di Santa Maria a Vico è stata ritrovata senza vita dal compagno, D. A. 30enne di Carinaro, nel suo letto nel comune di Rocca d’Evandro.

Francesco D’Agostino, 18enne il quale si è suicidato compiendo l’estremo gesto, per motivazioni ancora non del tutto chiare nel comune di San Potito Sannitico.

Mauro Simone 24 anni di Capua ha perso la vita nello schianto con la sua auto mentre tornava da una serata.

In via Consortile a Castel Volturno, una vettura con a bordo 4 extracomunitari è precipitata in una scarpata di circa 20 vetri.

3 persone sono morte ed una quarta è stata ricoverata in gravissime condizioni alla clinica Pineta Grande di Castel Volturno.

Il piccolo Giuseppe G. è stato preso in pieno da una vettura in transito, intorno alle 20,00 di ieri sera, guidata da una danna, nel comune di Pietravairano, è deceduto questa mattina mentre era ricoverato a Napoli.

Infine tragico ritrovamento in via Andreotti tra i comuni di Mondragone e Castel Volturno. Un uomo è stato ritrovato senza vita, nei pressi di una nota pasticceria. Un extracomunitario forse stroncato da un malore improvviso.