CASALUCE. Arrestato nigeriano per favoreggiamento della prostituzione

CASALUCE – Nel corso della mattina odierna, i Carabinieri del Comando Compagnia di Maddaloni, sotto il coordinamento della Procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere (CE), all’esito di accurata attività di indagine, hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dall’ufficio G.I.P., nei confronti di:

– Omobude Kurtis nato in Nigeria il 27.09.1968, domiciliato in Casaluce (ce) in via Viella Scuola snc;

ritenuto responsabile del reato di favoreggiamento del fenomeno della prostituzione (art. 3 n. 8 Legge n. 75/1958), condotta accertata nel periodo dicembre 2016 – febbraio 2017. Militari operanti, mediante attività tecnica di videoripresa espletata con telecamera opportunamente occultata, hanno accertato come l’indagato, a bordo della propria autovettura modello Opel Zafira, quotidianamente, accompagnava e riportava a casa gruppi di donne, di origini nigeriane, esercenti il meretricio lungo la strada provinciale 335 al confine tra i comuni di Maddaloni e Marcianise (Ce), favorendone così la prostituzione. Le investigazioni hanno permesso di appurare che le ragazze dedite al meretricio erano dieci, le quali giornalmente, indossando abiti particolarmente succinti, praticavano l’attività nell’arco orario dalle 20:00 alle 04:00 del mattino, fino a quando non giungeva il loro connazionale per riprenderle ed effettuare anche più viaggi per riportarle tutte presso un’unica abitazione sita nel comune di Gasai di Principe (CE).

Il provvedimento cautelare è stato notificato all’atto in cui il Kurtis stava per prelevare le predette al termine del turno. L’arrestato, espletate formalità di rito, associato alla casa circondariale di Santa Maria Capua Vetere (CE).