Casal di Principe. Chiuso lo stadio dopo gli scontri tra i tifosi

I supporter delle due formazioni si scontrarono all’esterno dell’impianto; al termine dei tafferugli rimasero feriti il direttore generale dell’Afragolese Nicola Panonne ed un tifoso napoletano

Casal di Principe – Il sindaco di Casal di Principe Renato Natale ha deciso di chiudere fino al 12 marzo prossimo lo stadio Angelo Scalzone.

Il provvedimento e’ stato adottato in seguito agli scontri avvenuti sabato scorso prima del match del campionato di calcio di Eccellenza tra i tifosi dell’Albanova, squadra locale, e dell’Afragolese.

I supporter delle due formazioni si scontrarono all’esterno dell’impianto; al termine dei tafferugli rimasero feriti il direttore generale dell’Afragolese Nicola Panonne, che ha riportato la frattura del femore, ed un tifoso napoletano, accoltellato in modo non grave.

Natale ha cosi’ deciso di sospendere ogni attivita’ allo stadio per venti giorni, “al fine di non permettere a pochi scellerati di rovinare la magia dello sport“. Al termine della sospensione, si legge nel provvedimento, “l’ingresso al primo incontro di calcio casalingo dell’Albanova verra’ riservato ai bambini delle scuole“.