Trovato morto nel bagno di casa. Aveva legami con la camorra Casertana

In fase di chiarimento la dinamica

CASERTACarmine Gismondi, 55 anni, della provincia di Frosinone è stato trovato morto ieri in un appartamento di via Ausonia Vecchia a Cassino.

L’uomo in passato è stato coinvolto in affari con alcuni esponenti del clan dei casalesi.

Nella giornata di ieri un parente ha allertato i soccorsi, ma quando sono giunti era già deceduto. Sul corpo è stata disposta l’autopsia per accertare le cause del decesso, alla base della tragedia potrebbe esserci un malore.

L’uomo era noto alle forze dell’ordine, infatti nel febbraio 1996 tentò di rapire il figlio dell’imprenditore Rocca, invece nel 2012, infine fu coinvolto nell’operazione “Bar dello Sport” che svelò lo spaccio di droga tra le province di Caserta e Frosinone.