Camorra a Marcianise. 10 anni carcere per il genero di Salvatore Belforte

Emessa la condanna da parte del Tribunale di Santa Maria Capua Vetere

MARCIANISE – Giunge la condanna per il genero di Salvatore Belforte, Giuseppe Alberico del clan Belforte.

È stato condannato a 10 anni di reclusione per estorsione. La sentenza è stata pronunciata ieri pomeriggio dal giudice Giovanni Caparco del tribunale di Santa Maria Capua Vetere.

Accolte, dunque, le richieste del Pm della Dda Luigi Landolfi. Le indagini hanno dimostrato che Alberico, nonostante la residenza in località protetta a Voghera, dopo il pentimento di Belforte, si recava a Marcianise per estorcere denaro ai titolari di due ditte di onoranze funebri.

La minaccia consisteva nel prospettare ai due imprenditori che il boss pentito avrebbe fatto il loro nome.

Foto Il Mattino