Caiazzo. Artigiano accusato di appropriazione. Condannato

Condannato anche in appello

Caiazzo – La quarta sezione penale della Corte di Appello di Napoli ha condannato per esercizio arbitrario delle proprie ragioni un artigiano di Caiazzo.

Si tratta di Domenico Lostritto, di 55anni, difeso dall’avvocato Roberto Sgueglia. La persona offesa, un alto generale delle Forze Armate, il Generale Stefano Rega, attuale Capo del Corpo di Commissariato dell’Esercito, in servizio a Roma e sua sorella erano rappresentati e difesi dall’avv. Raffaele Gaetano Crisileo.

I fatti risalgono a circa quattro anni fa quando Lostritto si è appropriato senza titolo di due strutture di proprietà della controparte.

Da un giorno all’altro ha cambiato le serrature dei beni, senza motivo, pur non avendone i titoli.