CAIANELLO. 12enne costretta a fare sesso con un coetaneo in cambio di oro. Due arresti

CAIANELLO – Una bambina di soli 12 anni è stata rapita, costretta a restare chiusa in una camera d’albergo con un coetaneo per consumare un rapporto sessuale.

Il tutto in cambio di 3200 euro e oro. Questa è la triste storia di una dodicenne rom a Caianello, in provincia di Caserta. La denuncia è stata sporta dalla madre della bimba presso il comando dei carabinieri di Venafro.

Può sembrare strano, ma in realtà questa è una sorta di vecchia tradizione dei nomadi che prevede l’unione tra due componenti della comunità. I militari, dopo una veloce indagine, sono riusciti a risalire all’albergo dove la piccola era stata segregata e, dopo aver fatto irruzione, hanno trovato oro e 4000 euro in contanti. I genitori del bambino sono stati arrestati per violenza sessuale e sequestro di minore.