Buoni spesa a Casal di Principe. Il sindaco: “denuncerò alla Finanza i furbetti”

Il primo cittadino promette controlli minuziosi su tutte le domande, oltre a denunciare tutti coloro che non hanno diritto ai buoni spesa

Casal di Principe – Esattamente come nel comune di Cesa anche in quello di Casal di Principe sono pervenute centinaia di richieste per i famosi “buoni spesa“.

Decine e decine di richieste sarebbero state effettuate da persone benestanti, le quali non hanno alcun diritto di usufruire di questo tipo di agevolazione, tutto a discapito di quelle famiglie realmente bisognose.

Sulla vicenda è intervenuto il sindaco di Casal di Principe, Renato Natale, il quale promette denunce e segnalazioni alla Guardia di Finanza per tutti i furbetti. Ecco quanto ha dichiarato.

“Purtroppo anche da noi, così come denunciato ieri dal Sindaco di Cesa , ma anche da altre amministrazioni, c’è chi ha pensato di fare richiesta anche se non ha alcuna ristrettezza economica. È capitato in altre occasioni, vedi reddito di cittadinanza, ed è capitato anche ora. Ovviamente questo comporta un aggravio di lavoro per gli uffici, e ritarda l’elargizione dei buoni, penalizzando chi in questo momento ha veramente bisogno. I dipendenti comunali stanno lavorando senza sosta anche oggi sabato santo, ma ci vuole comunque un Po di tempo per elaborare tutte le domande. A coloro che vivono una situazione di reale disagio, chiedo scusa per questo ritardo, ai soliti furbetti che invece pensano che ogni contributo gli tocchi solo perché sono soldi pubblici, a cloro che stanno sempre con la mano tesa, anche quando hanno le tasche piene, a coloro che non hanno alcuno scrupolo a togliere a chi ha veramente bisogno questo piccolo aiuto, io dico , fate attenzione ;alcuni di voi purtroppo ci sfuggiranno, non riusciremo a scoprire tutte le dichiarazioni false, ma di certo molti di voi li identificheremo e li denunceremo . Chiederò anche l’aiuto dela guardia di finanza per gli accertamenti. Intanto continua la distribuzione anche oggi di generi alimentari offerti dai cittadini. Stiamo facendo molto, avremmo voluto fare di più, ci dispiace per chi non siamo riusciti raggiungere e a dare una mano; ce la metteremo tutta per recuperare quanto più é possibile. Buona giornata nonostante tutto”.