Bracconaggio. Nei guai due uomini. Sequestrate armi. FOTO

Sequestrati fucili ed oltre 200 cartucce

PIETRAVAIRANO – A seguito di alcune segnalazioni giunte in cui si accennava alla presenza di alcuni cacciatori che esercitavano l’attività venatoria all’interno di una zona in cui vige il divieto di caccia, sono stati predisposti alcuni servizi di vigilanza che hanno portato alla denuncia di due soggetti.

La zona interessata è la “Vairanese”, area di ripopolamento e cattura, prevista dal piano faunistico venatorio. Domenica mattina alcuni spari provenienti da tale area sono stati uditi dalle guardie della Protezione Animali di Caserta che si sono recate sul posto ed hanno notato dapprima un soggetto intento a cacciare.

Durante l’avvicinamento veniva notato un secondo soggetto armato. Una prima ispezione ha permesso di notare due Colombacci abbattuti ai piedi di un cacciatore, lo stesso li aveva abbattuti poco prima. Sul posto intervenivano i Carabinieri di Pietramelara che, coordinati dal comandante di stazione M.C. Pasqualino Mariano,in concorso con il personale Enpa, identificavano i due e procedevano al sequestro delle armi, della fauna e delle oltre 200 munizioni detenute.

Sul posto venivano recuperati alcuni bossoli esplosi di recente ed altri utilizzati nelle settimane precedenti. Gli esemplari abbattuti venivano trasportati al CRAS per gli esami del caso.

Il personale Enpa ringrazia i Carabinieri di Pietramelara sempre disponibili ed attenti alle tematiche ambientali ed alla salvaguardia della fauna selvatica e sottolinea che i controlli continueranno nei prossimi giorni.