Botti di Capodanno. 41 feriti tra Caserta e Napoli, due colpiti da proiettile

Immagine di repertorio

REGIONALE – Il bilancio dei feriti a causa dei fuochi d’artificio è pesantissimo. Ben 35 persone nel napoletano ed almeno 6 nel casertano.

Per quanto riguarda la provincia di Caserta, gli episodi più gravi si sono verificati a Sessa Aurunca e ad Aversa, in quest’ultima città sono due le persone che hanno riportato gravi conseguenze, una alla mano e l’altra ad una gamba.

A Sessa Aurunca altri due casi, con ferite alla mano ed al volto. Un 27enne di Castel Volturno rischia di perdere l’occhio destro a causa di un’esplosione incontrollata.

Infine un incendio in un casolare a Santa Maria a Vico, dovuto dall’esplosione di alcuni petardi.

Nel napoletano un 52enne di Casavatore è stato ricoverato per lesioni al braccio e alla nuca mentre un 49enne di Portici ha riportato ustioni su diverse parti del corpo. Due le persone, nella provincia di Napoli colpite da proiettili, tra i quali un bambino di 12 anni colpito alla gamba, in maniera non grave, mentre era affacciato al balcone.

Un ragazzo di 30 anni è stato arrestato dalla Polizia di Stato nell’ambito delle indagini scattate dopo il ferimento di un ragazzino di 12 anni, si tratta di L. G. accusato di detenzione di munizioni: perquisendo la sua abitazione, pochi minuti prima della mezzanotte, gli agenti del commissariato San Giovanni e dell’Ufficio prevenzione generale hanno scoperto e sequestrato 182 cartucce di vario calibro, tra cui 8 munizioni da guerra.

Mentre un 51enne napoletano è stato colpito da un proiettile mentre si trovava all’interno della propria automobile in via Carbonara a Napoli, quando un colpo lo ha ferito alla schiena, per cui la vittima è stata soccorsa dal 118 e trasportata d’urgenza in ospedale.

Giugliano, invece si sono registrati due feriti per i botti, uno dei quali ha perso due dita della mano, l’altro è rimasto ferito al volto.