Blitz interforze ad Aversa. Sequestri e denunce

I relativi fascicoli saranno trasmessi anche all’Ufficio Ambiente del Comune di Aversa per l’adozione dei provvedimenti di ordinanza di rimozione e bonifica. La Polizia Municipale continuerà a mantenere alto il livello dei controlli in materia ambientale

Immagine di repertorio

Aversa – Nella mattinata del 21 febbraio 2020, la Polizia Municipale di Aversa, in coordinamento con i Carabinieri di Aversa ed i Carabinieri Forestali ed il supporto del personale dell’Esercito, ha eseguito tre diversi sequestri penali di aree private adibite a deposito o gestione di rifiuti speciali e pericolosi.

I controlli sono stati eseguiti nell’ambito delle attività del “Patto per la Terra dei Fuochi”, promosso tra gli altri dall’Incaricato del Ministro dell’Interno per il contrasto del fenomeni dei roghi in Campania, Dott. Gerlando Iorio, e le Amministrazioni locali, tra le quali la Città di Aversa che ha sottoscritto l’accordo il 10 luglio 2019 presso la Prefettura di Caserta.
Sul campo sono stati impegnati 10 Agenti della Polizia Municipale di Aversa, coordinati direttamente dal Comandante Stefano Guarino, 6 Carabinieri dell’Arma di Aversa e una pattuglia dei Carabinieri Forestali della Stazione di Marcianise, oltre a 10 ulteriori unità dell’Esercito.

I sequestri hanno riguardato tre aree dell’estensione complessiva di circa 3 mila metri quadri in Via IV Novembre, una traversa di Via Bisceglia, Via San Michele e a Via Visocchi, a confine con il Comune di Carinaro.

In Via IV Novembre è stata sequestrata un’area dove veniva svolta una vera e propria attività di gestione e trattamento di rifiuti speciali raccolti presumibilmente sul territorio comunale e dei comuni viciniori per il recupero dei metalli, con presumibile smaltimento illeciti dei residui non utilizzabili.

In Via Visocchi l’area è stata sequestrata perché presentava un deposito di rifiuti speciali costituiti da apparecchiature industriali in disuso.
Nel corso dei controlli eseguiti sono state identificate e denunciate 4 persone, tutte residenti ad Aversa.

I controlli dei Carabinieri Forestali hanno riguardato un deposito di mezzi d’opera in Via Vecchia di Teverola e si sono conclusi parimenti con un sequestro dell’intera area per violazione della normativa ambientale.

I relativi fascicoli saranno trasmessi anche all’Ufficio Ambiente del Comune di Aversa per l’adozione dei provvedimenti di ordinanza di rimozione e bonifica.
La Polizia Municipale continuerà a mantenere alto il livello dei controlli in materia ambientale.