Blitz in allevamento Casertano. Cavalli per corse clandestine o macellazione abusiva

Denunciate 8 persone dai carabinieri

CASERTA – Nella giornata di ieri i Carabinieri della Stazione di Copparo, a conclusione di una articolata e prolungata attività investigativa, hanno deferito alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Ferrara 8 persone per il reato di “associazione per delinquere finalizzata alla truffa ed al maltrattamento di animali”.

L’indagine è scaturita da una denuncia di un cittadino copparese, il quale riferiva in prima battuta circa una truffa subita in merito alla vendita di alcuni cavalli da parte di una persona della quale non riusciva a fornire elementi sufficienti per una rapida identificazione.

Le successive attività investigative svolte dai militari dell’Arma riuscivano a risalire ad un gruppo di persone, di origine campana e calabrese, che avevano costituito un’organizzazione dedita proprio alla commissione di truffe ai danni di allevatori, ignari della destinazione dei cavalli.

Il gruppo operava con il seguente modus operandi: una persona, che si presentava quale commerciante di cavalli, contattava l’azienda presa di mira richiedendo l’eventuale disponibilità di cavalli per la “ippoterapia” a favore di disabili; ottenuta la disponibilità alla vendita degli equini, i malfattori ritiravano i cavalli rilasciando, per la fattura, dati fittizi che non permettevano di rintracciare l’acquirente e, quindi, ricevere il dovuto compenso economico pattuito; i cavalli “acquistati”, anziché essere trasportati presso le strutture indicate ai fini di essere impiegati per la ippoterapia, venivano dirottati presso altra azienda compiacente, sita nella provincia di Caserta, ove venivano smistati e rivenduti per corse clandestine o per la macellazione, a seconda dello stato di salute del cavallo.

L’indagine ha permesso di accertare che la società di Copparo non è stata l’unica colpita dalla banda, in quanto altri allevatori e privati hanno subito la stessa sorte in altre provincie del nord-est Italia. Sono in corso approfondimenti investigativi.