Mondragone – I Militari appartenenti alla Stazione Carabinieri Forestale di Roccamonfina (CE), coadiuvati da funzionari tecnici dell’Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Mezzogiorno di Portici (NA), hanno eseguito dei controlli a Mondragone in Via Saraceni.

Nel corso della verifica, all’interno di un allevamento bufalino, hanno constatato la presenza di un deposito incontrollato sul suolo di un ingente quantitativo di liquami e di letami su di un’area dell’estensione di circa mt 20 x mt 20.

All’interno di detta area, interessata dall’illecito smaltimento, vi era anche un “lagone” abusivo, adibito a stoccaggio dei liquami, della profondità di circa 2 mt.

I militari hanno quindi proceduto al sequestro giudiziario dell’area ed il proprietario dell’azienda zootecnica è stato denunciato in stato di libertà per la ipotesi di gestione illecita di rifiuti speciali non pericolosi costituiti da effluenti zootecnici.

Il sequestro di iniziativa operato dalla polizia giudiziaria è stato convalidato dall’Autorità Giudiziaria.