Bellona. Sequestrato il campanile della chiesa per abusi edilizi

Avviati i lavori senza autorizzazione

BELLONA – I carabinieri per la Tutela del patrimonio culturale di Napoli hanno posto sotto sequestro alla torre campanaria della basilica di S. Rocco e S. Secondino di Bellona.

Da quanto accertato dai militari i lavori di ristrutturazione sono partiti senza i previsti permessi di legge.

Infatti non sarebbero state chieste le dovute autorizzazioni alla Soprintendenza dei Beni Culturali di Caserta, come riportato dalla testata Il Mattino.

La denuncia per abuso edilizio è scattata dopo una serie di controlli che i militari hanno effettuato in molti cantieri di alcune aree archeologiche Casertane.