Banda di falsari. I nomi degli indagati. Capeggiata da un 40enne di Carinaro

CARINARO – Sono 15 le persone indagate per associazione a delinquere finalizzata alla produzione e commercializzazione di banconote contraffatte.

Le indagini sono partite nel 2015 e condotte dalla guardia di Finanza di Roma e Napoli. A capo della banda, secondo la Procura, Mario Torromacco, 40enne di Carinaro, ora agli arresti domiciliari si disposizione del Gip di Napoli Nord Giovanniello.

Gli inquirenti sono riusciti a ricostruire l’estesa rete di falsari, ben articolata. Sequestrate anche due stamperie clandestine a Frattaminore e Casalnuovo, arrestando 11 persone in flagranza di reato, oltre ad un ammontare di banconote contraffatte per 11 milioni di euro.

Gli indagati sono:

Mario Torromacco di Carinaro,
Giuseppe Puzone di Orta di Atella,
Mario Puzone di Casoria,
Roberto Luiso di Pollena Trocchia,
Mirko Esposito Pompei,
Antonio Esposito di Casavatore,
Salvatore Lombardi di Napoli,
Emanuele Lombardi di Napoli,
Paolo Pagliuca Teverola,
Luigi Buonomo di Napoli,
Ciro Piscitelli di Casoria,
Giovanni Montanino di Casoria,
Vincenzo De Rosa di Casagiove,
Alessandro Russo di Galluccio,
Michele Gaeta di Castellammare di Stabia.