Badanti Casertani uccisi con due colpi di pistola. I primi dati dalle analisi medico legali

Gli esami tossicologici chiariranno se prima di essere uccisi i due siano stati storditi con del sonnifero

Sarebbero stati uccisi con due colpi di pistola, come se fossero stati giustiziati. E’ quanto emerge dall’autopsia sui resti di Alessandro Sabatino, 40 anni, e Luigi Cerreto, di 23.

Si tratta dei due badanti di San Marcellino e San Marco Evangelista scomparsi il 12 maggio del 2014 dalla villa di Siracusa dove assistevano un anziano.

I accertamenti dell’esame autoptico sono stati anticipati dalla trasmissione di Rai3 “Chi l’ha visto?” che si e’ occupata della vicenda.

Gli esami tossicologici chiariranno se prima di essere uccisi i due siano stati storditi con del sonnifero, e quindi erano sdraiati perche’ addormentati, oppure se siano stati fatti inginocchiare.