AVERSA. ECCO DOVE SPACCIAVANO. Aiutati da “pali” e video sorveglianza

AVERSA – Quello che emerge dalle indagini fatte dai Carabinieri del reparto territoriale di Aversa, condotti dal Maggiore Forte Antonio, è un organizzazione ben strutturata. I punti di spaccio principali erano due, in via Bersaglieri vicino l’arco dell’Annunziata e via Giovanni Papa XXIII, nel centro storico, come confermato dalle forze dell’ordine.

Le sostanze principali vendute erano di tipo “cocaina” e “crack” il tutto con l’aiuto di vedette posizionate in strada e videocamere di sorveglianza installate nell’appartamento in via Giovanni Papa XXIII.

In circa sei mesi di indagini i Carabinieri sono riusciti a ricostruire in modo capillare tutta l’organizzazione fino agli arresti di ieri notte con l’aiuto di uomini e mezzi, tra i quali l’elicottero che visionava le operazioni dall’alto.