Aversa. Emanuele ucciso a pugnalate a 14 anni. Processo da rifare

Agostino Veneziano sarà processato a partire dal 31 ottobre con rito abbreviato

Aversa / San Cipriano d’Aversa – 6 anni e mezzo fa, Emanuele Di Caterino, veniva ucciso ad Aversa con una coltellata al petto.

A colpirlo a morte fu Agostino Veneziano, all’epoca 16enne il quale non è stato ancora processato.

La sera del 7 aprile 2013 davanti all’ufficio postale di via de Chirico, ad Aversa il giovane colpì con una coltellata al cuore Di Caterino dopo essere stato aggredito da quest’ ultimo e da quattro suoi amici.

Nella giornata di giovedi, come riferito da Il Mattino, il processo è ripartito al tribunale dei Minori di Napoli, nonostante l’imputato abbia ormai compiuto 23 anni.

Agostino Veneziano sarà processato a partire dal 31 ottobre con rito abbreviato da un collegio di giudici. L’imputato venne condannato con rito abbreviato dal giudice Marina Ferrara a 15 anni di reclusione ma tornò in libertà quattro anni dopo.