Aversa. La polizia chiude la nota discoteca Klab, per la seconda volta. Risse e pistole

Si tratta del secondo provvedimento per la stessa discoteca

AVERSA – In data odierna, nell’ambito di mirati servizi di controllo dei locali della “movida” aversana, personale della Polizia di Stato ha dato esecuzione ad un provvedimento del Questore di Caserta, apponendo i “sigilli” ad un noto locale ricettivo del capoluogo normanno, decretandone la chiusura ai sensi dell’art.100 del Testo Unico delle Leggi di P.S.

Tale provvedimento, eseguito dalla Squadra di Polizia Amministrativa del Commissariato P.S. di Aversa, diretto dal I° Dirigente della Polizia di Stato dott. Vincenzo GALLOZZI, dispone la sospensione della licenza per un periodo di gg. 30 della nota discoteca “KLAB”, già destinataria di un precedente analogo provvedimento di chiusura.

Il citato locale è stato recentemente teatro di diversi fatti criminosi come quello avvenuto nella notte del 09 dicembre scorso, allorquando, alcuni ragazzi venivano medicati presso il pronto soccorso dell’Ospedale Moscati a seguito di rissa.

Gli agenti ricostruivano l’episodio accertando il coinvolgimento degli addetti alla sicurezza nella rissa avvenuta con numerosi avventori all’uscita del locale. Nella circostanza, si accertava che uno degli appartenenti alla sicurezza estraeva una pistola puntandola a terra con chiaro intento di intimorire i presenti.

Inoltre, le indagini hanno evidenziato anche la sistematica violazione delle norme che regolamentano il personale addetto alla tutela della sicurezza all’interno dei locali impiegando personale non autorizzato allo svolgimento delle mansioni di buttafuori.

Allo stato attuale per i fatti che hanno portato alla chiusura del predetto locale sono state denunciate 6 persone all’Autorità Giudiziaria.