Aversa: fanno test covid e forniscono dati falsi

"Agite responsabilmente nell’interesse dei vostri cari" afferma il primo cittadino

Immagine di repertorio

Aversa – Non solo bisogna fare conti con l’emergenza del Coronavirus, ma è necessario fronteggiare anche l’irresponsabilità di alcuni cittadini che forniscono dati falsi dopo i test per il covid.

E’ quello che è accaduto nella città di Aversa dove il sindaco Alfonso Golia sottolinea l’imprudenza di alcune persone sottoposto ai test rapidi e tamponi. Ecco il suo commento:

“Cari Concittadini,
al momento in cui vi scrivo, non ci è stato segnalato nessun caso positivo. Pertanto la situazione resta immutata rispetto a ieri: 48 casi attualmente positivi.
Prendiamo con fiducia il dato di oggi augurandoci non si vada oltre questo picco di casi. I tamponi in attesa – com’era prevedibile – sono tanti e sono riferibili a tutto l’Agro Aversano.

Buon lavoro a tutti i medici e agli operatori impegnati in questo screening, a loro un ringraziamento particolare. Un pò meno a chi pensa sia tutto un gioco e ritiene che fornendo dati falsi sia più furbo degli altri, ma in verità è solo un fesso. Un incosciente che mette potenzialmente a rischio la salute di chi gli è vicino.

Non abbassiamo la guardia, indossiamo la mascherina ed evitiamo assembramenti. Non possiamo e non dobbiamo essere incauti. Agite responsabilmente nell’interesse dei vostri cari.

Auguro a tutti voi buona serata e a domani alle 19, come sempre sarò qui ad aggiornarvi”.