Aversa. Detenuto con cellulare nascosto nell’ano

L'uomo ha ammesso agli agenti che il micro cellulare gli serviva per collegarsi a Facebook e Whatsapp

Immagine di repertorio

Aversa – Nel corso di un controllo gli agenti della polizia penitenziaria hanno trovato un microtelefonino in possesso di un detenuto dell’ex Opg di Aversa.

Il piccolo dispositivo era nascosto nell’ano ed è stato rinvenuto solo dopo un’accurata ispezione personale.

L’uomo proveniva dal carcere di Poggioreale. Ha poi ammesso agli agenti che il micro cellulare gli serviva per collegarsi a Facebook e Whatsapp.

Non è la prima volta che viene fatto un ritrovamento simile nel carcere di Aversa. Gli agenti eseguono accurati controlli allo scopo di contrastare tale fenomeno.